Flow Agency

Continua il nostro viaggio nell’e-mail marketing, partito con i costi dell’e-mail marketing per il 2020, e proseguito con un’analisi del Direct e-mail marketing.
Oggi ci soffermiamo su un’altra tipologia di e-mail, le cosiddette “transazionali”.

 

email-transazionali

Cos’è un’e-mail transazionale

Le e-mail transazionali sono quelle e-mail che confermano un’avvenuta azione. Lo stesso nome ti spiega di cosa si tratta perché, di norma, riguardano proprio una transazione. Le più classiche delle e-mail transazionali sono la conferma di avvenuto pagamento, la spedizione di un prodotto e l’avvenuta consegna. Oggi non dobbiamo considerarle solo semplici notifiche, ma veri e propri strumenti di marketing.

Un dato su tutti per farti capire quanto sono importanti: sono quelle che registrano le performance più alte di aperture e click rispetto sia alle newsletter che alle DEM, per un motivo che sembrerà banale, ma fondamentale: sono e-mail che il destinatario sta aspettando.
Raggiungono infatti l’utente in una fase fondamentale della Customer journey, e, inoltre, i sistemi non le segnalano come SPAM. Questo è un dato importante per la deliverability di queste e-mail (cioè la loro capacità di raggiungere la posta in arrivo dei destinatari senza essere ostacolate da filtri e blocchi).

Le e-mail di conferma, in particolare, hanno performance altissime (fonte: Remarkety.com):

  • un tasso di apertura medio del 42,51%;
  • un CTR del 18,27%;
  • un tasso di conversione del 10,34%.

Per comprendere meglio, sappi che il tasso medio di apertura per le e-mail di marketing è del 15-25%, con una percentuale di click che si aggira intorno al 2,5%.

Quindi, non puoi trascurare questa opportunità per fare azioni di branding.
Le e-mail transazionali, infatti, possono essere sfruttare per fare un passo in più nella relazione tra cliente e utente, e aprire ad altri contatti e interazioni. Vediamo quali sono le tipologie di e-mail transazionali e come usarle in maniera strategica.

 

acquisti-online

Tipologie di e-mail transazionali

In questa categoria di e-mail figurano diverse conferme. Ecco le più importanti:

  • le conferme di iscrizione, le e-mail di benvenuto e le thank you e-mail: quando mandi una conferma di avvenuta iscrizione (a un sito, una newsletter) puoi offrire ulteriori incentivi ai nuovi clienti e iniziare a costruire la relazione con loro (ad esempio, uno sconto sul primo acquisto per chi si iscrive alla tua newsletter);
  • le conferme che arrivano dopo un acquisto: la conferma di un ordine, la preparazione dell’ordine, la conferma di una spedizione, l’ordine in arrivo… progetta in questa fase più contenuti possibili, che servono a tranquillizzare il tuo cliente. Quando facciamo un acquisto online, quello che ci infastidisce di più è l’incertezza di non sapere che fine ha fatto l’ordine, più che il tempo di attesa per riceverlo;
  • i reminder delle scadenze: di un account, di un periodo di prova, di un pagamento oppure la scadenza del metodo di pagamento che l’utente usa per sfruttare il tuo servizio;
  • l’e-mail dopo l’abbandono del carrello: per chi ha un e-commerce, è una situazione piuttosto frequente. Dedica tempo anche a questi clienti, magari offrendo un piccolo sconto nel caso in cui dovessero decidere di riacquistare da te;
  • le e-mail automatiche del customer care, che arrivano dopo che l’utente ha chiesto informazioni, e le e-mail di recupero password sono altre e-mail transazionali che puoi personalizzare usandole in modo strategico.

email-conferma-acquisto

Cinque step per progettare un’efficace e-mail di conferma

Abbiamo visto cosa sono, a cosa servono e in quali momenti del Customer journey usare le e-mail transazionali. Ora ti diamo i nostri cinque consigli per progettarle al meglio.

  1. L’utente ha grandi aspettative nei confronti delle e-mail in arrivo, quindi dai già nella prima riga la conferma di quello che aspetta (l’ordine è andato a buon fine, l’iscrizione è confermata…) poi fai un riepilogo (dei prodotti che ha acquistato, i tempi di consegna previsti, le informazioni che ti ha fornito…). Come ultima cosa, puoi invitarlo a proseguire il rapporto con te (altri prodotti suggeriti per l’acquisto, un approfondimento nel blog…);
  2. Le informazioni devono essere chiare e deve esserci solo l’essenziale. Hai pochi secondi per attirare la sua attenzione e rassicurare l’utente, soprattutto se ha fatto un acquisto. In primo piano devono esserci solo ciò che è fondamentale sapere per lui;
  3. Personalizza il messaggio per rafforzare la relazione con lui, usando il suo nome, il tuo tono di voce e altri elementi distintivi della tua brand identity;
  4. Ricordati la CTA, che sia bene in evidenza: il link da cliccare per seguire la spedizione, il link di conferma per il double opt-in…;
  5. Approfitta di questo spazio per raccontare la tua azienda, attraverso i tuoi valori, o rispondendo alle domande frequenti sui tuoi servizi. Devi entrare in connessione con il cliente, altrimenti si potrebbe dimenticare di te. Spesso facciamo acquisti d’impulso, seguendo una campagna sponsorizzata sui social, e non conosciamo davvero l’azienda da cui abbiamo comprato. Perciò, raccontati qui per fidelizzarlo.

È il momento di progettare la tua strategia di e-mail marketing? Contatta Flow Agency, creeremo il team su misura per te che ti segua in questo percorso.

Segui l’accelerazione digitale per le imprese!

Stiamo vivendo tutti una svolta epocale. Per questo stiamo analizzando la situazione e comunicando continui approfondimenti sull’argomento, per supportarvi con consigli, strategie, tattiche e azioni.
Iscriviti alla Newsletter.