Flow Agency

Ecco una definizione molto intuitiva sui sistemi di gestione dei contenuti (CMS) e su quello che permettono di fare: 

I sistemi di gestione dei contenuti consentono ai non esperti del mondo di creare siti Web su larga scala, funzionanti e dall’aspetto professionale senza dover toccare neanche un po’ di codice.

Quando si utilizza un CMS, non è necessario capire come funziona il linguaggio con cui sono scritti i siti Web. Quasi la metà di tutti i 1.800.000.000 di siti web online usa un CMS, quindi va tutto bene!

Vediamo tra le prime 10 piattaforme CMS più popolari per quota di mercato le funzionalità, il grado di competenza necessario per l’utente, i tipi di attività più adatte alla piattaforma e altro.

Tutti i dati di questo articolo fanno riferimento alla fonte BuiltWith

 

Statistiche

WordPress (oltre 28 milioni di siti Web Live)

Wix (3,9+ milioni di siti web Live)

Squarespace (1,9+ milioni di siti Live)

Joomla! (1,8+ milioni di siti Web Live)

Shopify (1.1+ milioni di siti web Live)

Drupal (630+ mila di siti Web Live)

Blogger (oltre 430 mila siti Web Live)

Prestashop (oltre 285 mila siti Web Live)

Magento (oltre 265 mila siti Web Live)

Bitrix (oltre 223 mila siti Web Live)

 

WordPress 

Worpress continua ad essere il primo CMS per utilizzo da molto tempo, e stacca gli altri CMS di molto. 

WordPress è un software open source, gratuito da scaricare ed utilizzare. La creazione e il caricamento del sito Web WordPress richiede comunque l’acquisto di un dominio e di un piano di hosting personalizzati.

Un vantaggio di WordPress (come di altri CMS) è che la piattaforma offre migliaia di temi professionali e si può installare praticamente qualsiasi funzione tramite migliaia di plugin. La maggior parte dei plug-in sono gratuiti (i plug-in premium sono disponibili per usi specializzati) e i temi WordPress vanno generalmente da €15 a €60+. 

Avada è tra i template più gettonati (il primo per incassi) per WordPress nel panorama offerto da ThemeForest, aggregatore con più di 47.000 template ad oggi. 

Competenze richieste per utilizzare WordPress

Livello di abilità: 1-2

WordPress è studiato per essere facile da usare. Tuttavia per imparare ad utilizzarlo bene è necessario prevedere di investire un po’ di tempo. Le operazioni da backend admin possono essere complicate per i nuovi arrivati. Inoltre, WordPress è anche il sogno di ogni hacker, quindi è importante tenere il passo con gli aggiornamenti della versione di Worpress, delle release dei template, nonché delle licenze di tutti i plugin.

WordPress è open-source. Per utilizzarlo basterà scaricarlo e installarlo sul proprio server di hosting, se non è già stato installato, come succede per la maggior parte degli host, dove con un clic è possibile installare tutto (anche l’installazione manuale non è da sottovalutare in termini tecnici). L’assistenza non manca, e con una rapida ricerca su Google si troverà qualsiasi informazione su qualsiasi problema tecnico di WordPress.

Quale ambito di business è adatto per l’utilizzo di WordPress

I siti Web WordPress sono adatti per qualsiasi tipo di attività. Dall’e-commerce ai blogger, alle attività basate sui servizi e alle startup focalizzate sulla tecnologia, WordPress offre molte funzionalità e per consentire a quasi tutte le aziende di partire e funzionare rapidamente. Tuttavia, i siti Web di e-commerce richiedono plug-in specializzati come WooCommerce.

Pro e contro di WordPress

SEO friendly, Mobile friendly, User firendly, ha tutte le funzionalità per il blogging (nasce per quello), ottime funzionalità per l’e-commerce. 

L’unico aspetto negativo può essere il grado di tecnicità nel gestire propriamente tutte le funzionalità. 

https://websitesetup.org/popular-cms/

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Segui l’accelerazione digitale per le imprese post COVID19!

Stiamo vivendo tutti una svolta epocale. Per questo stiamo analizzando la situazione e comunicando continui approfondimenti sull’argomento, per supportarvi con consigli, strategie, tattiche e azioni.